Impianti termici

IMPIANTI TERMICI

 

La verifica, ovvero ispezione, degli Impianti Termici rappresenta l’insieme delle attività finalizzate a:

a) Ridurre i consumi di energia;

b) Ridurre i livelli di emissioni inquinanti;

c) Ricondurre alle condizioni di corretto funzionamento gli impianti non conformi, anche per assicurare la sicurezza degli stessi e la salute degli utenti;

d) Accrescere la consapevolezza dell’uso razionale dell’energia negli utenti finali, anche allo scopo di evidenziare il positivo impatto sulle dinamiche socio-economiche locali;

e) Rendere consapevoli gli utenti finali delle implicazioni ambientali e sociali derivanti dall’utilizzo delle risorse energetiche non rinnovabili, nell’esercizio degli impianti termici;

f) Sollecitare gli utenti finali ad adottare comportamenti virtuosi per la diminuzione degli elementi negativi derivanti dall’utilizzo delle risorse energetiche per l’esercizio degli impianti termici e coinvolgerli in azioni positive per la riduzione degli effetti critici nel contesto ambientale e sociale;

g) Monitorare l’efficacia delle politiche pubbliche in materia di risparmio energetico.

 

Il complesso delle attività svolte è improntato a modelli di efficacia ed efficienza, si fonda sull’equa ripartizione tra tutti gli utenti finali degli oneri previsti per i controlli e sul valore sociale delle sanzioni pecuniarie.

Il servizio non può assumere le caratteristiche di attività lucrativa o di carattere economico-speculativo, poichè rientra sia nelle potestà pubbliche obbligatorie della Provincia di Teramo, sia nelle attività obbligatorie poste in capo ai responsabili degli impianti termici.

Spetta alla Provincia il compito di stabilire, con apposite Deliberazioni, le modalità operative e l'equa ripartizione tra tutti i cittadini degli oneri connessi allo svolgimento delle attività.

 

 

 

UTENTI

 

COME CERTIFICARE L'IMPIANTO TERMICO

 

Chi intende certificare il proprio impianto deve far eseguire dal manutentore di fiducia, abilitato ai sensi delle normative vigenti, le operazioni di manutenzione e controllo di efficienza energetica, secondo quanto disposto dalle normative vigenti.

Al termine delle operazioni, il tecnico manutentore provvede a redigere il rapporto di controllo di effcienza energetica (Allegato con bollino) fornito al manutentore da AGENA, sul quale è prestampato il numero seriale del Bollino Arancione.

Il contributo relativo alla certificazione dell'impianto di potenza inferiore a 35 kW è pari ad € 15,00 (Quindici/00) e deve essere versato dall'utente direttamente al manutentore di fiducia.

Il contributo relativo alla certificazione di impiantti di potenza superiore a 35 kW e di ogni generatore aggiuntivo è pari ad € 30,00 (Trenta/00).

Il rapporto di controllo di efficienza energetica deve essere firmato dal responsabile dell'impianto o da chi presenza in sua vece e dal tecnico di fiducia.

E' compito del manutentore trasmettere l'Allegato con bollino ad AGENA, in formato elettronico.

Con la consegna del modello ad AGENA la procedura di certificazione dell'impianto, lato utente-manutentore, è conclusa.

Successivamente AGENA provvede all'analisi della correttezza tecnica e amministrativa dei certificati pervenuti, rilevando eventuali omissioni ed anomalie.

 

ISPEZIONE DOMICILIARE DELL'IMPIANTO TERMICO

 

Le ispezioni onerose sono disposte per gli impianti non certificati nel periodo di certificazione immediatamente precedente e per quelli i cui responsabili non hanno fatto pervenire la comunicazione di messa a norma.

 

L'avviso di ispezione domiciliare è inviato con congruo anticipo, per mezzo di lettera indirizzata al responsabile dell'impianto termico, ovvero al titolare della fornitura di combustibile o al terzo responsabile.

L'avviso riporta i dati dell'impianto, la data e la fascia oraria prevista ed è inviato insieme al bollettino postale per il versamento del contributo previsto per l'ispezione (fatta eccezione per le centrali termiche dove sarà rilasciato dall'Ispettore al termine dell'ispezione della centrale).

L'ispezione dell'impianto è eseguita da un Ispettore, previa esibizione del tesserino di riconoscimento.

Il responsabile dell'impianto è tenuto a consentire l'accesso all'Ispettore rendendosi disponibile presso l'impianto nella data stabilita, per tutta la durata della fascia oraria indicata e per tutto il tempo necessario alla verifica dello stato di esercizio e manutenzione dell'impianto e/o dell'accertamento della effettiva destinazione d'uso della fornitura del combustibile, anche nel caso in cui il combustibile non alimenti un impianto, così come definito dalle norme vigenti.

 

Prima dell'avvio dell'ispezione l'utente deve esibire al Tecnico ispettore la seguente documentazione:

1) Documento di identità e codice fiscale;

2) Tutta la documentazione disponibile riguardante l'impianto termico.

 

Il contributo posto a carico dell'utente deve essere versato utilizzando esclusivamente il bollettino postale trasmesso.

 

Attenzione!! Nessuna somma deve essere versata direttamente all'Ispettore, nè a chiunque possa qualificarsi come tale ed esigere denaro in nome e per conto della Provincia di Teramo o di AGENA.

 

Per maggiori informazioni riguardanti il preavviso e/o l'avviso di ispezione dell'impianto termico è possibile rivolgersi dal lunedì al venerdì, (dalle ore 9.00 alle ore 13.00. e dalle ore 14.30 alle ore 16.00) ai i seguenti numeri di telefono:

 

- 0861.331416

- 0861.331426

- 0861.331519